Un Tocco d'Amore

Posts Tagged ‘mamma

Ancora in cerca dei regali di Natale?

Ecco un regalo speciale per la nascita di un bambino per un’occasione particolare come il Natale.

Si tratta di un Corso di Massaggio Infantile A.I.M.I. per regalare momenti di benessere e di rilassamento con il proprio bambino a un prezzo scontato!

Il corso si articola in 5 incontri della durata di un’ora circa con frequenza settimanale, e si terrà presso la scuola Air Dance – A.S.D. Sport Center 2011 di Brugherio (MB), in viale Europa n. 28.

Verrà confezionato il Buono e il materiale informativo relativo al Massaggio Infantile dentro una busta regalo.Tale buono, spendibile entro il primo anno di vita del bambino, comprende l’iscrizione al corso e il pagamento della quota associativa della validità di un anno (offrendo perciò, alle mamme interessate, la possibilità di potersi iscrivere agli altri corsi del Pacchetto Percorso Nascita a prezzo ridotto, vedi il link seguente https://www.facebook.com/media/set/?set=a.549633061716339.134244.281992508480397&type=3)

Per date, orari e ulteriori informazioni potete contattare direttamente l’insegnante o la segreteria di Air Dance.

Insegnante: 333 915 53 53; http://www.untoccodamore.it

Air Dance: 338 876 59; info.airdance@gmail.com

Vi è inoltre la possibilità di regalare un corso individuale a domicilio, nel territorio di Monza e Brianza e Milano, con giorni e orari da stabilire insieme in base alle proprie esigenze e necessità. In questo caso il corso si articola in 4 incontri della durata di un’ora circa con frequenza settimanale. Per maggiori informazioni contattate direttamente l’insegnante.

Aspettando il Natale … un augurio per tutti!

 

1457543_597845613586300_1239904082_n

È importante offrire ai bambini il massaggio durante la loro crescita, dall’età del gattonare fino all’adolescenza. Anche i bambini più grandi hanno bisogno di contatto! La pratica del massaggio rappresenta uno strumento per mantenere il legame nelle diverse fasi della crescita, e a volte potrebbe rappresentare l’unico contatto corporeo tra genitore e figlio.

genitori-e-figli

Un Tocco d’Amore propone corsi di gruppo a BRUGHERIO (MB) per bambini di 2 anni e mezzo – 5 anni ed i loro genitori, presso la scuola di danza Air Dance – A.S.D. Sport Center 2011, viale Europa n. 28, il sabato mattina alle ore 10.00 (https://www.facebook.com/AirDanceBrugherio).

Ogni corso si articola in 6 incontri della durata di due ore circa con frequenza settimanale.

Gli incontri sono condotti da un’insegnate di Massaggio Infantile AIMI specializzata nel massaggio per il bambino più grande e una danzamovimentoterapeuta esperta nella conduzione e nell’insegnamento della danza per gruppi di bambini anche piccoli.

L’obiettivo del corso è quello di adattare il Massaggio Infantile anche ad età più avanzate incorporando il gioco simbolico, il gioco tattile, il movimento, la musica e la creatività. A questa età il massaggio deve essere impostato come un rapporto rispettoso, adattabile e creativo.

L’obiettivo della scuola Air Dance non è solo quello di insegnare tecniche di movimento corporeo, ma di proporre un approccio olistico al benessere della persona, intesa come mente, corpo e spirito, in cui ci si prende cura dell’altro attraverso il piacere del movimento e della musica. Apprendere le tecniche del massaggio infantile significa rafforzare la relazione con i propri figli, svolgere una concreta attività di promozione della salute, favorire il benessere psico-fisico del proprio bambino, sostenere e facilitare il processo di attaccamento.

Per approfondire l’argomento leggi la pagina del sito dedicata ai corsi per il bambino più grande https://valeriaconti.wordpress.com/il-bambino-piu-grande/.

Per informazioni ed iscrizioni potete contattare direttamente l’insegnante di massaggio infantile  o la segreteria di Air Dance.

Insegnante: 333 915 53 53; www.untoccodamore.it; www.facebook.com/untoccodamore

Air Dance: 338 876 59 36; info.airdance@gmail.com; www.facebook.com/AirDanceBrugherio

psicomotricità1

“Non è stato un martello a rendere le rocce così perfette, ma l’acqua: con la sua dolcezza, la sua danza e il suo suono. Dove la forza può solo distruggere, la gentilezza può scolpire” (P. Coelho).

MASSAGGIO INFANTILE (2)

Il massaggio infantile è ascolto, rispetto dei ritmi, comunicazione. È uno scambio d’amore molto profondo che rafforza il legame di attaccamento tra i genitori e il proprio bambino.

Per questo motivo Un Tocco d’Amore propone nuovi corsi di gruppo a Brugherio (MB), presso la scuola di danza Air Dance dell’Associazione Sport Center 2011, viale Europa n. 28. Una brezza leggera che si prenderà cura di voi fin dalla prima infanzia!

I corsi saranno condotti da un’Insegnante di Massaggio Infantile AIMI certificata CIMI, specializzata inoltre nel massaggio al bambino più grande e nel massaggio dolce per il bambino prematuro.

Ogni corso si articola in 5 incontri della durata di un’ora con frequenza settimanale, il martedì mattina alle ore 10.00. L’insegnamento è rivolto a piccoli gruppi di genitori e bambini di età compresa tra 0 e 12 mesi di vita. Agli incontri sono sempre invitati entrambi i genitori, se lo desiderano.

In programma per il 2014 anche corsi di massaggio infantile A.I.M.I. per genitori e bambini di 2-5 anni.

Gli incontri proposti comprendono:

  • apprendimento pratico della sequenza completa dei massaggi;
  • apprendimento dei benefici del massaggio per il neonato;
  • lavoro sul rilassamento del bambino attraverso il “tocco rilassante”;
  • momenti di riflessione sul rafforzamento del legame genitori-bambino;
  • esperienze di comunicazione non verbale stimolante dal massaggio: sorriso, contatto visivo, contatto attraverso la pelle;
  • apprendimento di modalità che possono dare sollievo al bambino che soffre di stipsi, meteorismo, coliche addominali e pianto;
  • momenti di teoria e discussione di importanti tematiche che riguardano la salute del bambino quali: gli oli da massaggio, gli stati comportamentali, il pianto, le coliche, i fattori che influenzano il massaggio;
  • possibili adattamenti del massaggio per il bambino che cresce e spunti di riflessione;
  • apprendimento del massaggio-dolce per bambini con bisogni speciali, ospedalizzati o che sono nati prematuramente.

I genitori avranno a disposizione tutto il materiale necessario per imparare a massaggiare il loro bambino (scheda massaggi, cuscino per massaggio infantile, traverse monouso, olio naturale di mandorla, asciugamano, scaldabiberon/pappe). Inoltre alla fine di ogni lezione verrà fornita una scheda riassuntiva dei massaggi, come traccia per la pratica a casa, oltre a spunti di riflessione sui temi trattati.

Perché un corso di massaggio infantile in una scuola di danza?

L’obiettivo della scuola Air Dance non è solo quello di insegnare tecniche di movimento corporeo, ma grazie alla visione della direttrice Ilaria Silva, insegnante di danza e danzaterapeuta, si propone un approccio olistico al benessere dell’individuo, inteso come mente, corpo e spirito, in cui ci si prende cura delle persone di ogni età attraverso il piacere della danza, del movimento e della musica. Accanto al corso di massaggio infantile, si propongono corsi di movimento corporeo e danza per persone di ogni età, fin dalla prima infanzia, con un’attenzione speciale per le future mamme, che con l’energia della terra custodiscono e porteranno alla luce il loro bambino e alle neomamme, che con la loro forza e il loro amore nutrono il piccolo. Apprendere le tecniche del massaggio infantile significa rafforzare la relazione con i propri figli, svolgere una concreta attività di promozione della salute, favorire il benessere psico-fisico del proprio bambino, sostenere e facilitare il processo di attaccamento.

“Ritengo che i bambini debbano essere accuditi attraverso il linguaggio del corpo: hanno bisogno di essere cullati, accarezzati, sostenuti, massaggiati, devono sentire l’odore, il calore e la voce dei propri genitori per crescere felicemente. Come Insegnante di Massaggio infantile, nei miei corsi vorrei trasmettere ai genitori questo strumento antico, semplice e prezioso per favorire il contatto col proprio bambino, in una modernità in cui predomina il parto chirurgico, la tecnologia, internet e la difficoltà di instaurare nuove relazioni”. (l’Insegnante)

Per informazioni ed iscrizioni potete contattare direttamente l’insegnante o la segreteria di Air Dance.

Insegnante: 333 915 53 53; www.untoccodamore.it; www.facebook.com/untoccodamore

Air Dance: 338 876 59 36; info.airdance@gmail.com; www.facebook.com/AirDanceBrugherio

1170877_704134846279505_723666181_n

Il contatto serve così tanto al neonato?

Il senso del tatto è uno dei più importanti nello sviluppo del neonato, perché contrariamente agli altri sensi, è già operativo. Il contatto fisico pelle a pelle segnala la presenza di un essere familiare.

Didier Anzieu (1922-1999), psicologo francese, ha sviluppato il concetto di “io pelle”: il neonato sviluppa le proprie conoscenze attraverso il contatto e l’esperienza del suo corpo. Secondo Anzieu le funzioni della pelle sono: il contenimento, il limite tra il fuori e il dentro, la comunicazione e gli scambi con l’ambiente.

Il contatto è il nostro primo linguaggio. Nella vita prenatale le funzioni cutanee si sviluppano per prime dallo strato più esterno dei foglietti embrionali, l’ectoderma, e per questo il tatto viene spesso definito “la madre di tutti i sensi”. A sei settimane il feto risponde per primo al contatto, prima che gli occhi o le orecchie siano formati. Inoltre durante la gestazione il bambino nell’utero materno è contenuto, cioè è racchiuso in uno spazio che lo tocca, lo sostiene, lo accarezza e non gli fa percepire il vuoto, quindi la solitudine. La maggior parte delle informazioni rassicuranti che il bambino impara e riceve da questa esperienza sono legate quindi al tatto e al contatto.

 

Ashley Montagu (1981), noto anatomista e antropologo, ha studiato il significato del tatto sullo sviluppo fisico e mentale. Dalle sue ricerche risulta che la stimolazione tattile è assolutamente indispensabile per la sopravvivenza dell’organismo, mentre la sua deprivazione, nella prima infanzia, impedisce un corretto sviluppo fisico e psichico dell’individuo e determina carenze comportamentali in età adulta. La stimolazione tattile viene quindi considerata come un bisogno primario che deve essere soddisfatto, ancor prima dell’essere nutrito.

A tal proposito molti ricorderanno l’esperimento di Harlow, nel 1966, con dei cuccioli di scimmia. Alcuni erano stati assegnati ad una madre artificiale costituita da una struttura metallica a forma di scimmia che sosteneva un biberon. Altri, invece, venivano messi tra le braccia di scimmie altrettanto artificiali, ma ricoperte da stoffa calda e morbida. Si vide che i cuccioli privilegiarono il contatto con la madre di stoffa perché si rifugiavano da lei quando venivano spaventati. Steve Suomi, studente di Harlow, dimostrò che ciò che mancava alle scimmie era il contatto e la possibilità di aggrapparsi.

Il contatto sta la base della relazione: noi abbiamo bisogno di conoscerlo. L’uomo ricerca in tutta la sua vita di soddisfare il suo bisogno di contatto fisico, di amore, di calore …

Nei loro studi sul legame Kennel e Klaus (1995)dimostrano che i piccoli umani, che sono stati accarezzati dalle loro madri nelle prime fasi della vita post-natale, sono più adeguati dal punto di vista fisico, emotivo e interpersonale a confronto con quelli che non hanno ricevuto questa esperienza tattile.

La relazione con il bambino comincia durante la gestazione. Poi il bambino nasce e la nascita costituisce, con la sua concretezza, un momento importante nel quale la madre è disponibile a vedere il proprio bambino come altro da sé. Così diviene possibile proporre una serie di attenzioni che fanno parte di una buona accoglienza. Passata questa fase i genitori iniziano a pensare che è bene staccarlo da loro, abituarlo a stare da solo affinché impari ad essere indipendente.

Nei primi tre mesi ogni occasione è buona per accudire il corpo e lo spirito del bambino attraverso il contatto. Il modo più semplice per stare in contatto con il proprio bambino è tenerlo il più possibile addosso. La paura dei genitori di dare cattive abitudini li porta spesso a negare a sé stessi e ai propri figli esperienze piacevoli e importanti che possono avere solo per periodi determinati. Tenere il proprio bambino “addosso” è utile perché insegna alla famiglia a vivere insieme, a fare le cose insieme e quindi a collaborare. Tenerlo in braccio quando siamo seduti o sdraiati o portarlo addosso è possibile fin quando il bambino non ha acquisito le competenze per muoversi autonomamente. Approfittiamo di questo periodo per stabilire una comunicazione intima ed emotiva che farà da base alla qualità della futura relazione.


(continua…)

Valeria Conti


News

10 Gennaio 2018
Sono aperte le iscrizioni ai corsi per la prima infanzia presso lo Studio Terra Madre di Cologno Monzese
Terra Madre

e presso la scuola di danza e movimento di Brugherio
Air Dance

Diventa fan!



Calendario

agosto: 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti ad altri 606 follower